Le sfere di Luce

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Uno dei momenti magici della Danza e del Taitango è la meditazione delle "Sfere di Luce"

 

Il raggiungimento di un qualsiasi risultato è legato non certo alla visione o alla visualizzazione di queste forme pensiero ma allo "Stato di Danza" che attraverso questa meditazione è possibile riprodurre. 

 

Attivazione, disattivazione, salite, discese ed effetti speciali non fanno parte del nostro lavoro. Quello che importa è la velocità interna rispetto a quella esterna. Quando iniziamo ad essere estremamente "lenti fuori" iniziamo ad essere estremamente "veloci dentro" ed ecco che saltano gli ostacoli, saltano gli schemi, saltano gli io decrepiti e consunti e appare un nuovo essere sulla via che porta a se stesso. Ecco che iniziamo ad essere aiutati dagli altri per permettere loro di condurci esattamente nel nostro luogo segreto. Ecco che iniziamo ad essere utili agli altri a condurli esattamente nel loro luogo segreto.

 

Qual'è il luogo segreto? se ti fai la domanda allora hai già la tua risposta.

 

"Ogni domanda se posta bene è gravida della sua risposta" diceva sempre il mio maestro.

 

Ci serve meno di una musica: un suono, un respiro e un pavimento. Il corpo ce lo hanno già dato in prestito, non serve altro. Chiudi i tuoi occhi e viaggia, scendi, oltrepassa, arrotolati, unisciti, separati e fai parte anche di ciò che pensa di poterti tenere lontano. Cessa la tua divisione, cessa il tuo pensiero lineare, inizia a far parte di ciò che credi sia il Meglio e L'Elevato per te. 

 

Le Sfere di Luce ti conducono alla calma e al silenzio. Un silenzio che è temporaneo digiuno di pensiero, la sospensione di quel vociferare che disturba il tuo viaggio più intimo e segreto.